CELIACHIA, GLUTINE E VITA QUOTIDIANA

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, può essere scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti.

Cos’è la celiachia?

E’ una patologia autoimmune, si può essere portatori e quindi avere la genetica positiva a questo marker ma non svilupparla mai, ma ci sono anche tante altre possibilità, tra le quali essere asintomatici ed essere celiaci.

Avere uno o più sintomi ai quali non si sa dare una spiegazione generale ma solo spiegazioni del tipo “colon irritabile”, “anemia”, “carenza di ferro” o “dermatite atopica” etc..

Celiachia non è una moda, ma l’unica possibilità di stare bene.

Ciao a tutte, sono Lisa e NON SONO UN MEDICO, ma una donna, diventata mamma di 2 bambini, Asia e Alessio, che si è trovata in questo vortice della celiachia con la scoperta di questa patologia su mio figlio Alessio.
Voglio spiegarvi a grandi linee di cosa stiamo parlando.

Un mondo di sintomi o non sintomi inspiegabili che nascondono la celiachia.

La cosa importante è non togliere il glutine senza motivo, ma cercare cereali antichi e prodotti meno raffinati possibili, in quanto se non si è celiaci il glutine non fa male.

Il glutine è importante, apporta un sacco di sostante che i sostitutivi non riescono ad apportare e di conseguenza bisogna ricorrere ad integratori.

Il glutine è ovunque.

 

celiachia - gluten free - glutine - the minutes fly

Viene utilizzato in alimenti del quale non si crederebbe mai ci sia necessità di essere utilizzato.

Vi faccio solo alcuni esempi: conservanti, coloranti, additivi ed integratori.

La mia esperienza.

“A 2 anni e 2 mesi, è stata diagnosticata la celiachia a mio figlio Alessio. 

Io e mio marito non riuscivamo a capire, come fosse stato possibile non essercene accorti prima, nonostante mangiasse quotidianamente pane, pasta e non avesse mai avuto nessun sintomo di disturbo digestivo associato all’assunzione degli alimenti contenenti glutine.

Fortunatamente la nostra pediatra ci fece fare degli accertamenti per capire come mai nostro figlio avesse qualche disturbo.

Esami sballatissimi, di corsa a programmare la gastroscopia con biopsia, per poter capire di quali disturbi soffrisse il nostro pargoletto.

Quando il gastroenterologo vide l’intestino del nostro nanetto ci disse che era quasi certo che fosse celiachia, ma che doveva aspettare il risultato dell’esame istologico eseguito sulla biopsia della prima parte dell’intestino tenue.

Solo in questo modo avrebbe potuto diagnosticare la celiachia e di conseguenza comunicarci la cura”.

La cura?!!

Solo alimentazione esclusivamente priva di glutine.

celiachia - gluten free - glutine - the minutes fly

“Da quel momento la nostra vita cambiò”

“Iniziò il nostro studio e ricerca sulla patologia della celiachia.

Ci si aprì dinnanzi un mondo immenso pieno di informazioni a volte chiare e altre volte assurde, spesso giuste ed altre completamente sbagliate.

“Nel bene o nel male sapevamo che il nostro bimbo doveva solo seguire una dieta per poter stare bene”…

Quindi ci impegnammo per poter avere tutte le informazioni necessarie per far vivere bene il nostro bimbo.

Sembra semplice somministrare una dieta priva di glutine, anche perché non è un’allergia, per la quale ti rendi conto che la dieta è corretta o meno.

Alessio non aveva e non ha sintomi se assume glutine.

Sintomi

Alcune persone a cui è stata diagnosticata la celiachia invece hanno sintomi quali: mal di pancia, dermatiti, shock anafilattico, etc…

Somministrare una dieta SENZA glutine.

1. Contaminazione.

Ci vuole un’assoluta attenzione.

 Non si tocca un alimento contenente glutine e successivamente un alimento privo di glutine per il soggetto celiaco;  Non si prende, per esempio, il sale dal barattolo con le mani “sporche” di “glutine”.

E’ vietato mescolare la pasta con lo stesso cucchiaio che si è utilizzato in precedenza con la pasta ”glutinosa”.  Non si prepara un panino con il glutine e successivamente quello senza glutine sullo stesso tagliere.

Se si “sporca” il salume, la cioccolato o la marmellata con il glutine, essi non sono più utilizzabile da un celiaco.

2. Alimenti privi di glutine.

 Gli alimenti privi di glutine per chi soffre di celiachia, sono costosi e difficili da reperire.

Anche se a differenza di qualche anno fa è diventato un po’ più semplice, visto che ogni anno viene diagnosticata la celiachia a molte più persone. 

Motivo per cui nell’ultimo periodo è diventata una moda “il senza glutine”. 

E’ diventato un BUSINESS.

3. Controlli periodici.

Bisogna fare gli esami del sangue e la visita annuale con il gastroenterologo.

Gluten Free

Oltre alle ricerche personali, devo ringraziare per tutte queste informazioni riguardo la celiachia, una mia grande amica “la Roby”, che essendo anche lei celiaca, mi comunicò tutte le attenzioni da dover apportare alla nostra vita quotidiana, per poter far vivere bene il nostro “CELIACHINO”.

Ad un certo punto si inizia a fare pensieri del tipo:

“Se in famiglia mangiassimo tutti senza glutine?”

 “Sarà più semplice convivere con la patologia e non avere problemi di contaminazione…”

“Mangiando tutti senza glutine, non lo farà sentire diverso…”

“Eliminare il glutine non fa male a nessuno”

Per un po’ decidemmo di seguire questa linea di vita, per poter convivere con questa patologia, senza incorrere in disguidi dovuti a qualche distrazione, durante la preparazione e la somministrazione dei pasti.

A lungo andare ci siamo resi conto che non era giusto privare nostra figlia Asia degli alimenti contenenti glutine.

Ho scelto pertanto di scrivere su questo argomento, perché mi rendo conto che è ancora molto sconosciuto.

Mi interfaccio quotidianamente con persone che dovrebbero almeno sapere cos’è, ma non lo sanno o ne sanno molto poco mettendo a rischio la salute di un celiaco per mancanza di approfondimenti.

Io non sono un medico e parlo per esperienza personale.

Aiuto, sostegno e consigli.

Questa rubrica l’ho desiderata per aiutare chi è interessato, forse perché sta vivendo la celiachia per sé stesso o ne è venuto a conoscenza perché diagnosticata ad un familiare, ad approfondire l’argomento.

Continuerò ad approfondire il tema della celiachia che vivo quotidianamente.

Iscrivetevi al sito per non perdere i prossimi articoli.

Vi mostrerò ricette e vi darò consigli per vivere al meglio la celiachia.

Attendo i vostri messaggi per cercare di approfondire ed imparare cose nuove.

Nella vita c’è sempre da imparare!

Ne approfitto per lasciarvi alcune tips che potrebbero interessarvi:

1) SKIN CARE ROUTINE | The Minutes Fly

2) CHI SIAMO | The Minutes Fly

A presto.

Lisa

3 pensieri riguardo “CELIACHIA, GLUTINE E VITA QUOTIDIANA

  • 22/10/2018 in 13:14
    Permalink

    Capisco le difficoltà di chi purtroppo convive con questi problemi. Continuate a scrivere su questo argomento che mi interessa! Grazie per averne parlato. Molti purtroppo non conoscono nulla e si permettono di sentenziare su argomenti di cui sono ignoranti!

    Risposta
    • 22/10/2018 in 13:39
      Permalink

      Sicuramente continueremo a scrivere anche su questo argomento. Grazie di averci scritto. Vogliamo poter accontentare tutti i nostri lettori. Team “The Minutes Fly”

      Risposta
    • 23/10/2018 in 18:05
      Permalink

      Con il tempo aggiorneremo con altre notizie e ricette per aiutare i NON celiaci a capire quanto la vita di una persona celiaca sia complessa e di difficile gestione!

      Se ha qualche consiglio o domanda ne approfitterò per approfondire ed informarmi per farlo!

      Rimango a tua disposizione

      Lisa

      Risposta

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...