IL CASTELLO DI GRADARA: FUGA ROMANTICA DI SAN VALENTINO

Il Castello di Gradara è situato nelle Marche, in provincia di Pesaro e Urbino. E’ un posto magico da poter visitare con il proprio partner nel giorno di San Valentino, ma anche con i propri figli.

E’ una meta che attira anche i giovani studenti, in quanto al suo interno racchiude la storia di Paolo e Francesca, due personaggi presenti nei programmi scolastici di letteratura e antologia.

Abbiamo deciso di farvi salire a bordo della nostra “macchina del tempo“.

Munitevi di auricolari, allacciate le cinture ed immergetevi in questo “ritorno al passato” con The Minutes Fly.

Vi consigliamo prima di addentrarvi nella lettura di questo articolo, di attivare l’audio.

Buona lettura! 

La Redazione The Minutes Fly

Il Castello di Gradara a San Valentino

Quanti di voi nella routine, si soffermano a pensare di voler scappare con il proprio partner, in un luogo lontano dal mondo per una fuga romantica?

Spesso però presi dalle faccende da sbrigare, finiamo per rimandare una meritata pausa di coppia.

Quando arriva il momento di poter sorprendere la propria metà, spesso ci si ritrova a corto di idee e non si sa dove andare.

Per questo motivo per San Valentino, abbiamo pensato di proporvi come destinazione il Castello di Gradara, che essendo facilmente raggiungibile, vi catapulterà in un luogo d’altri tempi.

Se siete delle persone romantiche o se siete amanti delle storie medioevali, questa meta farà al caso vostro.

Trasformerà il classico week-end d’amore del 14 febbraio in un viaggio nel passato.

il castello di gradara - the minutes fly - web magazine - san valentino

La Storia del Castello di Gradara

Il Castello di Gradara di Paolo e Francesca, è diventata una tappa obbligatoria per ogni coppia romantica che sogna di giurarsi amore eterno.

All’interno delle sue mura esso custodisce una storia d’amore drammatica, ma nello stesso tempo intensa realmente accaduta tra Francesca (figlia di Guido Minore, Signore di Ravenna e Cervia) e Paolo, appartenente alla famiglia Malatesta. 

La storia ha inizio nel 1275 quando Guido decise di dare in sposa sua figlia Francesca a Giovanni Malatesta, detto Gianciotto o Giovanni zoppo.

Gianciotto aveva meritato la bella fanciulla in sposa, perché aveva aiutato il padre di Francesca a scacciare i Traversari, suoi nemici, dalla città.

Siccome Gianciotto non aveva un aspetto piacente a causa di una malformazione fisica, temeva che Francesca non lo avrebbe mai accettato come marito, perciò escogitò un inganno per convincere la fanciulla a sposarlo.

Fu inviato al castello Paolo il bello, fratello più giovane di Gianciotto, che era molto prestante e che si presentò come Giovanni Malatesta.

Francesca si innamorò subito del suo promesso sposo e acconsentì alle nozze.

Il giorno del matrimonio la fanciulla trovò Paolo all’altare quindi non sospettò nulla.

In realtà il giovane rampollo stava sposando Francesca per procura cioè per conto del fratello Gianciotto.

Francesca si accorse solo il giorno dopo le nozze di aver sposato Gianciotto che aveva un aspetto ben diverso dal fratello Paolo.

La fanciulla, ormai sposa, inizialmente cercò di lasciarsi morire in preda alla disperazione.

Successivamente trovò rifugio nella lettura. 

il castello di gradara - paolo e francesca - the minutes fly - web magazine

La Storia d’amore di Paolo e Francesca 

Ben presto, sapendo di essere stato in parte artefice della tristezza della fanciulla, Paolo cominciò a frequentare il castello di Gradara più assiduamente fino ad accompagnare la fanciulla nella lettura. 

I due divennero amanti.  

Paolo e Francesca dipinto Bianchi

Dipinto Mosè Bianchi Galleria d’arte Moderna – Milano

La storia non ebbe un lieto fine, perché ben presto i cortigiani allertarono Gianciotto, che colse i due amanti in flagrante.

Sentendosi tradito da entrambe, decise di combattere un duello con il fratello Paolo. 

Francesca preferì morire insieme al suo amato nel tentativo di salvarlo, piuttosto che sopravvivere infelicemente rimanendo sposa di Gianciotto. 

il castello di gradara - paolo e francesca - the minutes fly - web magazine

I “due amanti” divenuti popolari grazie alla letteratura

La storia dei due amanti è entrata a far parte dell’immaginario collettivo, perché presente nel V canto dell’Inferno dantesco, in cui vengono condannati ad espiare i propri peccati nel cerchio dei Lussuriosi.

Il V canto è ritenuto il più poetico e romantico dell’opera in quanto Dante Alighieri narra in versi nella Divina Commedia la storia di Paolo e Francesca, immaginando un vero e proprio dialogo con i due amanti imprigionati nelle fiamme dell’inferno.

Il poeta si mostra indulgente con i due giovani, perché egli non accetta il fatto che l’amore, sentimento puro, possa rappresentare un peccato capitale.

Secondo la legge del contrappasso nell’opera di Dante, Paolo e Francesca, essendosi lasciati travolgere dalla passione commettendo adulterio, sono condannati con gli altri lussuriosi ad essere travolti da una bufera incessante che simula l’amore da cui sono stati sopraffatti in vita.

La storia dei due amanti è divenuta popolare tra i giovani grazie alla letteratura da cui hanno preso spunto molti artisti in vari ambiti come pittura, poesia, scultura e cinema.

il castello di gradara - paolo e francesca - the minutes fly - web magazine

Celebrazione dell’Amore nel Borgo di Gradara

Oggi il Castello di Gradara è stato restaurato ed è aperto ai visitatori, che possono sia ammirarne gli interni, che fare un giro panoramico lungo la cinta muraria.

Inoltre nel borgo medioevale, intorno al castello, ci sono molti ristoranti dove poter consumare una cena romantica il giorno di San Valentino.

Se voleste prolungare il vostro week-end romantico, il borgo organizza iniziative anche per il carnevale, con feste e visite guidate in maschera.

Essendo il borgo dell’amore, tutti i cittadini si preparano ad accogliere in questo periodo le coppie che scelgono di visitare il Castello di Gradara. 

Vengono difatti addobbate le strade a festa, celebrando i due amanti Paolo e Francesca per celebrare il sentimento senza tempo: l’amore.

ALTRI ARTICOLI TRAVEL

ALTRI ARTICOLI DI SAN VALENTINO

LEGGI ANCHE...  TORTE: 17 MARZO - LA GIORNATA MONDIALE!

Un pensiero riguardo “IL CASTELLO DI GRADARA: FUGA ROMANTICA DI SAN VALENTINO

  • 12/02/2019 in 10:19
    Permalink

    Abitando a Pesaro, vivo ad un passo da Gradara… ci sono stata tantissime volte… ogni volta che entro al castello scopro qualcosa di nuovo, per non parlare del giardino dell’amore fuori le mura… un borgo medievale pieno di magia…ristoranti dove si mangia da Dio e negozietti di souvenir troppo carini…<3

    Risposta

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...