IL RIFUGIO DELL’ ARTISTA

Il rifugio dell’artista, l’inquietante dimora di due eccentrici personaggi. Non si sa molto sulla sua storia di questa abitazione e sul perché emani un’aura così pesante… tutto ciò che sappiamo lo dobbiamo a piccole leggende e voci di corridoio non verificate. Di certo abbiamo solo le forti emozioni che la casa ci fornisce. Se la cosa vi incuriosisce, continuate a leggere e venite con noi all’interno del Rifugio dell’Artista

IL RIFUGIO DELL’ARTISTA

Non è raro per gli esploratori urbani ritrovarsi in macchina senza una meta, alla ricerca di nuove location abbandonate da esplorare. Così iniziò la nostra giornata, zaino in spalla e pronti a rischiare, cercando luoghi perduti e dimenticati da riportare alla luce.

Nonostante l’impegno e la buona volontà che un urbexer ci può mettere, è assai raro trovare qualcosa di realmente interessante da fotografare. Per lo più, sulla strada, si presentano vecchi casolari (ormai ridotti a ruderi) o splendide dimore totalmente svuotate da ladri e malviventi.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

Così anche la nostra giornata non sembrava andar bene. Avevamo ormai visitato più di dieci marcioni, trovando solamente in quattro di essi qualche traccia di vita umana passata. Eravamo pronti a tornare a casa, quando lungo la strada ci si presentò una vecchia casa che sembrava esser divorata dai rovi. Senza nutrire troppe aspettative, decidemmo di provare ad entrare… quello che ci si presentò davanti agli occhi, ci lasciò a bocca aperta per qualche minuto.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

Quattro inquietanti statue ci accolsero all’entrata della vecchia abitazione. Sembravano essere i guardiani della casa, ognuna col compito di sorvegliarne un angolo diverso. Alzando lo sguardo al soffitto, notammo delle rondini affrescate, quasi come se ci trovassimo ancora all’esterno dell’alloggio a contatto con la meravigliosa natura che lo circondava. Salendo le scale, ci ritrovammo al secondo piano, dove l’atmosfera si fece più cupa.

Un posto inquietante

Un camino e due foto. Nulla di più vi era in quella stanza, ma qualcosa ci rendeva inquieti. La giornata era soleggiata, nonostante ciò nemmeno un filo di luce riusciva a penetrare i vecchi e logori infissi. I personaggi ritratti nelle due foto, sembravano seguire ogni nostro passo, mentre una strana nube si faceva largo lungo il camino, penetrando nella stanza, così densa e visibile. Non eravamo a nostro agio in quel luogo, così decidemmo di proseguire con l’esplorazione, credendo di poterci trovare davanti una scena più rassicurante.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

Sbagliato. La stanza accanto era totalmente spoglia, vi trovammo solo un vecchio camino con su scolpite due angoscianti figure. Nonostante la curiosità e la voglia di far molte più foto, uscimmo dalla casa giurando di non tornarci mai più… l’aria era troppo pesante, ci mancava il respiro.

Tornati a casa, pubblicammo su facebook le foto della nostra esplorazione. Molte persone ci scrissero in privato: solamente guardando i nostri scatti avevano avuto una strana sensazione. Decidemmo così di indagare, tentando di trovare la storia di quel macabro luogo.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

La Storia

Ad oggi, non siamo ancora riusciti a trovare informazioni certe circa la storia del rifugio dell’artista. Ci sono arrivate solo voci di corridoio, sorrette da qualche fatto di cronaca documentato, che tuttavia non sappiamo se sia o meno riferito alla nostra scoperta.

Si dice che in questa casa abitasse una coppia, un paio di personaggi eccentrici dal passato sfortunato. I due persero anni prima il figlio a causa di un incidente stradale e la donna, per lenire il proprio dolore, cominciò a produrre arte disegnando e scolpendo. Un giorno, il vicino di casa (a causa di un litigio) prese il fucile e sparò ai due. L’uomo morì sul colpo mentre la donna entrò in coma. L’artista sembrerebbe essersi svegliata da poco dal coma.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

Se questo reale fatto di cronaca fosse realmente accaduto all’interno del rifugio dell’artista, l’energia che il luogo ancora emana troverebbe una spiegazione. Per ora di certo abbiamo solo le foto e le emozioni che la dimora ci ha donato, forse le uniche documentazioni utili a comprenderne il passato cruento.

il rifugio dell'artista - urbex - osso di seppia - the minutes fly - web magazine

CHI SONO GLI URBEXER?

COSA VUOL DIRE MARCIONE? SCOPRILO IN QUESTO ARTICOLO!

ALTRI ARTICOLI A TEMA?

Buone scoperte, da Osso di Seppia!

Redazione Web Magazine | The Minutes Fly

Redazione "The Minutes Fly"

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...