IL FANTASMA DELLA CONTESSA IMPAZZITA

Febbraio è il mese di San Valentino, la dolce festa degli innamorati che ogni anno ci porta all’interno di una rosea atmosfera di dolcezza e amore. Ma l’amore non sempre è dolce, l’amore ha un lato del tutto amaro. Vi racconteremo quindi la dannata storia della contessa impazzita, uno spirito inquieto appartenente a una donna che impazzì per un amore finito, incapace di andare avanti ma molto brava nel tramutare il dolore in odio, e l’odio in vendetta.

IL FANTASMA DELLA CONTESSA IMPAZZITA

Il fantasma della contessa impazzita - The Minutes Fly - Web Magazine

Nel 1600 una nobildonna veneziana si recò presso la casa vacanze appartenente alla sua famiglia per un soggiorno prolungato. La donna era accompagnata solamente dalla dama di compagnia, una splendida donna di origine spagnola. A consigliare alla contessa veneziana le ferie forzate in un luogo tanto lontano da casa, fu suo fratello, preoccupato per la salute mentale dell’adorata sorella.
La contessa era stata recentemente abbandonata dal suo amato, che aveva deciso di mettere la parola “fine” alla loro relazione. L’amore che la donna nutriva per nei confronti dell’uomo, era così forte che la fine improvvisa del loro rapporto la portò alla più completa follia… Un male immenso, impossibile da lenire, tanto che nemmeno i mesi trascorsi lontani dalla sua città riuscivano a risollevarla. La dama era sempre triste e cupa, la sua depressione pareva incurabile.

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

Un giorno, la contessa impazzita uscì dalla sua camera col sorriso stampato sulle labbra. Il suo atteggiamento era inspiegabilmente positivo, tanto che fece la conoscenza degli abitanti del paese, che conquistò grazie alla sua dolcezza. Da quel dì, nel palazzo della nobile, venivano organizzate meravigliose feste, alle quali partecipavano piacevolmente una miriade di persone.
A occhi meno attenti, la donna pareva guarita e le sue pene d’amore soltanto un lontano ricordo. Ma, come spesso insegnano le tragedie quotidiane (specialmente del nostro tempo), la depressione logora le persone dall’interno, mentre all’esterno le porta a proiettare la beffarda maschera del dolce sorriso… un sorriso che può trasformarsi in ghigno, curvatura ricolma di odio e follia. 

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

L’inizio dell’incubo.

Una mattina, la contessa si recò presso il fabbro del paese, qualcuno la vide acquistare delle lame affilate. Come al solito, la donna tornò a casa e per organizzare l’ennesima festa. Durante questa, la dolce contessina conobbe un giovane. I due vennero travolti dalla passione e passarono insieme la notte. Da allora, quasi quotidianamente, molti giovani si recavano al palazzo della contessa per passare una piacevole notte d’amore. Ma gli ignari giovanotti, dalla camera da letto della nobildonna non uscirono mai. 

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

Gli uomini venivano uccisi subito dopo aver ultimato il rapporto sessuale con la dama, che li gettava in un pozzo pieno di lame. I corpi sminuzzati finivano in un fiume vicino alla villa, così che, divorati dai pesci, sparissero per sempre. Una notte però, scomparve anche il corpo della contessa insieme a quello della sua dama di compagnia. Si dice che un giovane astuto avesse intuito le intenzioni della donna, così la gettò nel pozzo prima che ella potesse gettarvici lui. Da allora nella casa si avvertono spiacevoli sensazioni, alle volte molto dolorose.

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

Si pensa che la contessa vaghi ancora per le sale di quella che era la sua dimora in cerca di vendetta, non si sa ancora se nei confronti di chi la uccise o dell’uomo che l’aveva abbandonata… colui che realmente le rovinò la vita, portandola alla follia.

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

il fantasma della contessa impazzita - the minutes fly - web magazine

VUOI VEDERE ALTRE FOTO DI QUESTO LUOGO? CLICCA QUI!

ALTRI ARTICOLI A TEMA?

ALTRI ARTICOLI DI SAN VALENTINO

Buone scoperte, da Osso di Seppia!

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...