IL MOSTRO DI CASALECCHIO

Ci troviamo all’interno del rudere più famoso di Bologna, il gigantesco “Mostro di Casalecchio“.

Questa location suscita un particolare interesse nel cuore degli adolescenti bolognesi, che si tramandano presunte riguardanti storie di messe nere avvenute al suo interno.

Un posto perfetto per prove di coraggio e per stare in compagnia senza le rotture degli adulti, un enorme nascondiglio adatto a una “fuga” da scuola, ma anche il luogo dove godersi semplicemente un panorama mozzafiato.

Leggende e voci di corridoio a parte, qual è la vera storia del famoso rudere?

Il Mostro di Casalecchio

il mostro di casalecchio - the minutes fly - web magazine

La storia del Mostro di Casalecchio

Era il 1958 quando i Padri Passionisti incaricarono tre famosi architetti per la costruzione di un enorme parallelepipedo in cemento armato, il quale avrebbe dominato per gli anni a venire le colline di Casalecchio di Reno.

Incaricati di dare il via a questo dispendioso progetto furono gli architetti Gresleri, Parmeggiani e Daini (il loro lavoro fu così buono che ancora la struttura del mostro viene studiata).

il mostro di casalecchio - the minutes fly - web magazine

L’edificio sarebbe dovuto diventare un istituto dedito all’avviamento alla professione di falegname, vetraio ed altri mestieri. L’edificio doveva ospitare 150 ragazzi poveri e orfani proveniente dal Polesine (che poco prima era stato colpito da una violenta alluvione).

il mostro di casalecchio - the minutes fly - web magazine

Ma non tutto andò secondo i piani.

Il cantiere si bloccò con l’arrivo del nuovo priore dei Passionisti che mise i bastoni fra le ruote ai lavori in corso. All’inizio degli anni ’80 la struttura venne venduta e acquistata, con l’intento di costruire al suo interno un centro di ricerca.

Anche questo progetto naufragò e il mostro divenne presto tappa fissa per giovani teppisti e vandali, ma fortunatamente anche artisti che con le loro opere gli hanno dato una nuova vita.

Nel 2014 alcuni voci di corridoio hanno affermato che l‘eco-mostro sarebbe stato abbattuto per far posto a ville di lusso, ma ancora oggi tutto tace.

il mostro di casalecchio - the minutes fly - web magazine

Una scuola. Un hotel. Un complesso di appartamenti. Tutto sarebbe dovuto essere, nulla è stato.

Oggi è semplicemente “il mostro“, un nome guadagnato nel tempo. Un nome che probabilmente avrà per sempre, senza diventare mai nulla di più che un rifugio per ragazzini e luogo da cui godere una fantastica vista panoramica.

il mostro di casalecchio - the minutes fly - web magazine

VUOI VEDERE TUTTE LE FOTO DEL MOSTRO DI CASALECCHIO? CLICCA QUI

ALTRI ARTICOLI A TEMA?

ARTICOLI SULL’URBEX?

Buone scoperte, da Osso di Seppia!

LEGGI ANCHE...  IL BASTIONE DEI PESCATORI

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...