CARNEVALE DI VENEZIA: STORIA, CURIOSITA’ E IL MAKE UP DELLE DAME

Il Carnevale di Venezia è tra i più famosi al mondo.

La storia, le maschere e il make-up delle dame settecentesche destano sempre molta curiosità tra gli amanti di questo evento dal fascino unico. 

carnevale di venezia - maschere - makeup - dame - settecento - ottocento - carnevale - maschere veneziane - the minutes fly - web magazine

Maschere del Carnevale di Venezia

carnevale di venezia - maschere - makeup - dame - settecento - ottocento - carnevale - maschere veneziane - the minutes fly - web magazine

carnevale di venezia - maschere - makeup - dame - settecento - ottocento - carnevale - maschere veneziane - the minutes fly - web magazine

carnevale di venezia - maschere - makeup - dame - settecento - ottocento - carnevale - maschere veneziane - the minutes fly - web magazine

Storia del Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia ha le sue radici nella tradizione cristiana. 

Era un modo per indulgere prima della Quaresima cristiana.

Infatti, sembra che il termine carnevale derivi dalla parola latina ”carne”, con ugual significato della lingua italiana, e “vale” che significa “addio” riferito al fatto che in Quaresima è necessario digiunare, evitare le tentazioni e la vita lussuriosa.

Le prime menzioni a questo evento risalgono nella storia della Serenissima al 1092, ma fu nel 1162 che nacque la tradizione con la vittoria del Doge Vitale Michiel II su Ulrico II Patriarca di Aquileia. 

Così sino al 1420, in ricordo di questa importante vittoria veneziana, il giovedì grasso (“Zioba Grasso” in veneziano) si rappresentava un cerimoniale.

Un toro, raffigurante Ulrico, e dodici maiali, i suoi vassalli, subivano una decapitazione in Piazza S. Marco.

 Francesco-Guardi-Carnevale VeneziaFrancesco Guardi – Giovedì di Carnevale in piazzetta – Web Gallery of Art 

Sembra che l’espressione veneziana, poi adottata da molti come modo di dire, “tagiar ea testa al toro” che significa: “Risolvere una questione una volta per tutte”, derivi proprio da questo cerimoniale.

Il documento pubblico che sancisce il Carnevale come una “festa pubblica” risale al 1296, quando il Senato della Repubblica veneziana considerava una festività l’ultimo giorno di quaresima.

A quei tempi il Carnevale non aveva una durata di pochi giorni come nel XX secolo.

Gli storiografi riportano l’inizio dei festeggiamenti nella prima domenica di ottobre.

Le celebrazioni s’interrompevano durante le festività natalizie, per poi durare sino alla quaresima.  

Proprio in quel periodo nascono le botteghe per la realizzazione di maschere tipiche del Carnevale di Venezia.

E’ nel 1700 che il carnevale diviene famoso come ai nostri giorni e comincia ad attirare la nobiltà europea.

Venezia era la patria del piacere e del gioco.

carnevale di venezia - maschere - makeup - dame - settecento - ottocento - carnevale - maschere veneziane - the minutes fly - web magazine

Sotto l’anonimato di maschere e mantelli ogni tresca era concessa.

Le dame e le suore potevano entrare nelle taverne e i plebei mischiarsi con i cortigiani.

Pietro-Longhi-Carnevale Venezia The-minutes-Fly FoglieniPietro Longhi  The Yorck Project

E’ il mondo di Casanova: la quotidianità è all’insegna di pizzi e merletti, superficialità e spensieratezza.
La tradizione carnevalesca decadde con la caduta della Repubblica di Venezia. Solamente a Murano e a Burano si continuava a festeggiare questa ricorrenza.

Così solo nel 1979, grazie ad associazioni civiche, si ebbe la rinascita del Carnevale di Venezia che ancor oggi è frequentato da miriadi di turisti ogni anno.

Volete scoprire le maschere veneziane più famose? 

Continuate a leggere nella prossima pagina!

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...