IL BACIO: STORIA DI SENTIMENTI E POESIA

Ma poi, alla fine, cos’è il bacio se non un contatto “intimo” tra le labbra di una persona e una qualsiasi altra parte del corpo di un’altra?!

“Il bacio è il modo più sicuro di tacere dicendo tutto”.

Cit. Guy De Maupassant

Il “tocco delle labbra” ha sempre fatto parte dei sentimenti degli artisti e della gente dal cuore colmo di emozioni. Considerato ispirazione da pittori e poeti, parola d’ordine per amanti e innamorati, i baci sono stati centro nevralgico di amori e dissapori, motivo di lieto fine, ma anche di guerre, di tragedie e di innamoramenti finiti.

LE REGOLE DEL BACIO PERFETTO: CONSIGLI E APPROFONDIMENTI.

Il World Kiss Day è nato in Inghilterra nel 1990 per poi acquisire un interesse mondiale.

Nella nostra vita ci scambiamo circa 100.000 baci e si è soliti pensare che essi si legano strettamente al sentimento d’amore, ma davvero innumerevoli sono i valori simbolici che gli si possono attribuire.

il bacio - the minutes fly - web magazine

È risaputo che un bacio può sottintendere il desiderio sessuale, un segno d’affetto, compassione, gratitudine, dolore, gioia o manifestazione di fratellanza.

il bacio - the minutes fly - web magazine

“Quei giuramenti, quei profumi, quei baci infiniti, rinasceranno”.

Cit. Charles Pierre Baudelaire

Dare un bacio è una consuetudine universale, che nel mondo acquisisce connotazioni differenti.

Infatti, in alcune parti del mondo, come la Cina, è considerato poco igienico; il Giappone ritiene sia meglio non lo farlo in pubblico per non recare fastidio a terze persone;  fra gli eschimesi, addirittura, le labbra non si toccano e per baciarsi si strofinano le punte dei nasi; in Russia è diffuso il bacio il bacio fra gli uomini; in India è vietato bacarsi prima del matrimonio e negli ambienti nobili è diffuso il baciamano.

il bacio - naso eschimesi - the minutes fly - web magazine
Foto – Fonte: www.giornalettismo.com

Il bacio può anche riguardare gli oggetti. In molte religioni, ad esempio, si baciano oggetti, reliquie e icone sacre e liturgiche.

I benefici naturali del bacio

Non molti sanno che baciarsi, oltre ad avere una componente sentimentale, ha, anche, una connotazione di benessere naturale.

Impegna 35 muscoli facciali, 112 muscoli posturali e circa 80 milioni di batteri ma fa un mondo di bene; esso, infatti, può migliorare il nostro stato di salute favorendo il ringiovanimento, lo sviluppo delle difese immunitarie e il benessere della coppia.

Molti sono gli studi che ne hanno analizzato i benefici, i principali sono:

  • Migliora l’attività cardio-vascolare;
  • Aumenta l’energia e l’autostima;
  • Previene la carie;
  • Tonifica e ringiovanisce i muscoli facciali;
  • È Antidepressivo naturale;
  • Rafforza le difese immunitarie;
  • Aiuta a perdere peso;

Il bacio nella storia dell’arte

Molti artisti lo hanno raffigurato nelle loro opere d’arte come la più alta espressione del sentimento, dando vita a veri e propri manifesti dell’amore in tutte le epoche.

Eccovi i 10 baci più rappresentativi del mondo della storia dell’arte:

  1. Francesco Hayez, “Il Bacio”- 1859; opera dal profondo significato risorgimentale ed espressione del romanticismo ottocentesco;
  2. Gustave Klimt, “Il Bacio”- 1907; rappresentazione dell’estasi che consegue il gesto d’amore;
  3. Renè Magritte, “Gli Amanti” – 1928; dipinto dalle molteplici interpretazioni, ma con un comune denominatore “l’amore cieco”;
  4. Giotto, “l’Incontro di Anna e Gioacchino alla porta d’oro” – primi anni del 1300; affresco che rappresenta il primo bacio dipinto nella storia della pittura;
  5. Edvard Munch, “Il Bacio con la finestra”- 1892; espressone del rapporto tra uomo e donna e della loro perdita di identità e di fusione fisica, durante l’atto del baciarsi;
  6. Marc Chagall, “Il suo compleanno”- 1915; opera che celebra l’amore dell’artista per la sua prima moglie;
  7. Antonio Canova, “Amore e Psiche” – 1787/1793; considerato il bacio più ricercato della storia dell’arte, che racconta di come, per raggiungere il vero amore, bisogna superare numerose prove;
  8. Henri Toulouse-Lautrec, “Il Bacio a letto” – 1892; manifesto di ribellione contro la povertà e la dura realtà che le ragazze vivevano all’interno delle casa chiuse parigine;
  9. Roy Lichtenstein, “Il Bacio” –  1962; espressione della cultura popolare anni ’60, con riferimenti al fumetto e alla pop art di Andy Warhol;
  10. Auguste Rodin, “Il Bacio” – 1882; scultura che rappresenta la sensualità e la passione scoppiate trai due amanti più famosi della storia, Paolo e Francesca, protagonisti del V Canto dell’Inferno di Dante Alighieri. 

“Il vero paradiso non è in cielo, ma sulla bocca di una persona amata”.

Cit. Théophile Gautier

Milioni di parole sono state spese su di esso; poeti, filosofi e letterati e artisti, nelle loro carriere, hanno dedicato ad esso almeno un’opera; persino studiosi, ricercatori e scienziati hanno approfondito i suoi benefici. Motivo per cui è possibile osservare un’evoluzione del significato del gesto negli usi e costumi della civiltà mondiale, ma, allo stesso tempo, è impossibile categorizzarli tutti.

IL BACIO: STORIA DI SENTIMENTI E POESIA the minutes fly

“Mi piace pensarlo. Che tu sia a pochi baci da me dietro l’angolo di un pensiero”.

Cit. Fabio Pinna

Oggi 6 Luglio, nella giornata mondiale del bacio, vi auguriamo di ricevere dei baci che sappiano di casa, serenità, sensualità e passione.

Altri articoli interessanti:

IL PRIMO BACIO NELLA STORIA DEL CINEMA

LABBRA DA BACIO

FILM D’AMORE – CLASSIFICA MIGLIORI FILM DA VEDERE A SAN VALENTINO

LA CURA DELLE LABBRA – BURROCACAO E SCRUB “BACIAMI ANCORA”

 

Redazione Web Magazine | The Minutes Fly

Redazione "The Minutes Fly"

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...