SUSHI URAMAKI PHILADELPHIA ROLL – URAMAKI SPICY SALMON

In questo articolo prepareremo assieme gli “uramaki philadelphia roll” e gli “uramaki spicy salmon”.

Non potete immaginare come ci si senta “realizzati”, una volta riusciti in questa “impresa” che per alcuni sembra “impossibile”.

Eppure, se seguirete passo dopo passo, foto e spiegazioni, vi assicuro che potrete finalmente assaporare a casa vostra un prelibato sushi, come quello del ristorante!sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Sicuramente “vi ringrazierà anche il vostro portafoglio”!

Almeno nel mio caso in questi ultimi anni, desiderando spesso il “sushi”, ho speso sicuramente molto, forse troppo nei locali giapponesi.

Da appassionata di cucina giapponese, definita la “drogata di sushi” per molti, ho sperimentato nel tempo molte ricette.

Sul Web si trova di tutto e non sempre ciò che ci propongono poi corrisponde a verità.

Sono arrivata a realizzare la ricetta del “riso per sushi”, modificando spesso le dosi a mio piacimento e finalmente dopo molti tentativi sono arrivata a collaudare e definire la mia ricetta “perfetta”.

Per realizzare queste due prelibatezze della cucina giapponese, abbiamo bisogno di un ingrediente essenziale: il riso per sushi, di cui vi ho già mostrato la preparazione nella rubrica “FOOD / PREPAZIONI BASE”.

Vi metto qui il link diretto per preparare RISO PER SUSHI – FOOD – PREPARAZIONI BASE.

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

 

Cosa sono gli Uramaki?

Gli “uramaki”, non sono altro che dei rotolini di riso con all’interno l’alga nori ed il pesce (salmone fresco o cotto, tonno, anago “anguilla di acqua dolce”, ebi “gamberetti lessati”, polpa di granchio etc.).

Sono ricoperti da semi di sesamo tostati, tobiko o uova di pesce. Il ripieno degli uramaki è spesso composto da più ingredienti tra cui il pesce e le verdure. Troviamo all’interno anche la maionese o la “philadelphia” (formaggio spalmabile).

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Ingredienti:

Riso per sushi (trovate la ricetta qui: RISO PER SUSHI – FOOD – PREPARAZIONI BASE | The Minutes Fly);

Filetto di Salmone fresco scongelato;

Avocado maturo;

1 confezione di Alga Nori in fogli;

Maionese q.b.;

Philadelphia q.b.;

Salsa piccante al peperoncino (tipo “tabasco”);

Acqua q.b. per inumidire le mani.

Facoltativo da servire assieme:

Salsa di soia q.b.;

Wasabi in pasta q.b.;

Zenzero sott’aceto q.b..

Importante:

Il salmone deve essere abbattuto MINIMO 96 ore in freezer a -18°, per DISTRUGGERE ogni eventuale presenza di PARASSITI e BATTERI presenti nel pesce crudo (es. anisakidosi, salmonella, escherichia coli, listeria, etc.).

Questi parassiti sono molto pericolosi per la salute dell’uomo, quindi vi sollecitiamo PRUDENZA e la massima CURA ed ATTENZIONE, nella conservazione e nella somministrazione del pesce crudo.

Per decorare:

Semi di sesamo bianchi o neri tostati q.b.;

Facoltativo per decorare:

Tobiko (uova di pesce volante di colore arancione);

Uova di lompo (più economiche, ma simili al “caviale di storione”);

Materiale necessario per realizzare gli uramaki:

Makisu (stuoia di legno di bambù per sushi);

Tagliere;

Coltello affilato;

Pellicola trasparente;

Ciotola.

Procedimento:

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Prendete una ciotola e riempitela di acqua, vi servirà per inumidirvi le mani mentre maneggiate il riso.

Questo procedimento è importante per evitare di impastarvi le mani e non riuscire a svolgere correttamente tutti i passaggi.

Preparate prima di dedicarvi alla realizzazione degli uramaki, tutti gli alimenti necessari per riempire i nostri rotolini di sushi.

Pulite il vostro filetto di salmone, sfilettatelo ed eliminate eventuali spine.

Privatelo della pelle e del grasso presente sulla superficie del pesce.

Consiglio:

Nel salmone le spine, sono facilmente visibili al bordo e al centro dei filetti, passando un coltello sulla superficie. Essendo grosse, non farete alcuna fatica a toglierle.

Potete leggermente piegare il filetto e le spine verranno fuori facilmente. Basterà utilizzare una pinzetta da cucina e toglierle delicatamente.

Questa operazione va fatta con cura in quanto si può rovinare facilmente il filetto.

Tagliate il filetto avvalendovi di un coltello ben affilato.

Utilizzate un tagliere e incidete il salmone al centro tagliandolo in due parti per la lunghezza. Successivamente tagliate le due parti, in filetti spessi un paio di centimetri. Teneteli da parte.

Nota bene:

Con le dosi del riso di solito si ottengono all’incirca 4 rotolini lunghi.

Quindi dobbiamo calcolare all’incirca 4 filetti di salmone, uno per ogni rotolino di riso.

Nel caso degli uramaki spicy salmon, considerate di prendere un filetto di salmone e, tritarlo finemente con il coltello affilato.

Personalmente ho realizzato due rotolini di uramaki “spicy salmon” e due uramaki, uno con la philadelphia e uno con la maionese (uramaki sake avocado).

I restanti filetti di salmone li ho utilizzati come tartare di salmone e avocado (conditi semplicemente con salsa di soia e succo di limone) e per realizzare i famosi “sake don”, che non sono altro che semplici ciotoline di riso, con salmone crudo e avocado.

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Pulite un avocado maturo, servitevi di un coltellino per rimuovere la buccia, tagliatelo in due per la lunghezza e ruotate le due parti affinché si apra. Eliminate il nocciolo all’interno.

Tagliate l’avocado a fettine non troppo spesse.

Consiglio:

Per non ritrovarvi con un avocado troppo maturo, quando lo acquistate ricordate di scuoterlo.

Non dovete sentire nulla all’interno. Al contrario, vorrà dire che il nocciolo si è staccato dal suo interno e che l’avocado è troppo maturo.

L’ideale è un avocado verde scuro, senza macchie marroni, al tatto sodo, ma non troppo. Dovrete farci “l’occhio e la mano” per riconoscere con il tempo un buon avocado con perfetta maturazione.

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Controllate che il riso si sia raffreddato ed in caso contrario, raffreddatelo utilizzando un ventaglio.

Prendete il makisu (stuoia per il sushi) e srotolatelo, ricopritelo interamente con la pellicola trasparente, ciò servirà a non sporcarlo ed evitare che il riso e l’alga vi si appiccichi.

Potete acquistare il makisu su Amazon, vi metto il link diretto “prime”:

MAKISU – STUOIA PER SUSHI IN LEGNO DI BAMBU’ – AMAZON PRIME

Appoggiate l’alga nori sopra il makisu.

Inumidite le mani e prelevate una quantità necessaria, a coprire la stuoietta.

Consiglio:

Dato che la quantità di riso deve essere minima, vi consiglio di spargerlo a piccole dosi sulla superficie dell’alga nori sul makisu.

Con le mani poi inumidite, cercate di appiattire il riso, formando un foglio non troppo spesso. Considerate qualche millimetro, altrimenti una volta inserito il ripieno e avvolto su sé stesso, il rotolino risulterà troppo grande.

Potete a questo punto spolverare la superficie e decorarla con il sesamo (tostato precedentemente in un padellino), altrimenti potete farlo anche successivamente, verso la fine.

Sicuramente farlo in questo momento è più comodo e veloce.

Girate delicatamente il foglio di alga nori con il riso e farcite i vostri uramaki.

Fino a questo punto i passaggi per realizzare gli uramaki sono uguali in entrambe le ricette, cambia solo la farcitura.

Ora procediamo con gli uramaki spicy salmon (salmone tritato con salsa piccante + avocado).

Prendete il filetto di salmone precedentemente tritato con il coltello e unitelo alla salsa piccante tipo tabasco.

Formerete un composto che vi servirà per gli uramaki spicy salmon.

Appoggiate sull’alga nori, a 3/4 del foglio, in orizzontale, il composto piccante ed aggiungete le fettine di avocado.

Aiutandovi con la stuoietta cominciate a rotolare l’alga e ad ogni giro cercate di premere il rotolino contro la stuoietta, in modo che rimanga ben stretto.

Una volta terminato il rotolino, avvolgetelo completamente con la pellicola trasparente ed appoggiatelo su un piatto di portata.

Proseguite con i restanti rotolini. Il procedimento è il medesimo.

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Ora procediamo con gli uramaki philadelphia (filetto di salmone + avocado + philadelphia) e gli uramaki sake avocado (filetto di salmone + avocado + maionese).

Prendete il filetto appoggiatelo sull’alga nori a 3/4 del foglio, in orizzontale, aggiungete le fettine di avocado e per ultimo philadelphia o maionese.

Procedete con il formare i rotolini ed avvolgeteli nella pellicola trasparente.

sushi - uramaki philadelphia roll - uramaki sake avocado - uramaki spicy sake - uramaki spicy salmon - nadia coppola - fatinasweet - the minutes fly

Consiglio:

Lasciate i rotolini nella pellicola trasparente e riponete in frigo fino al momento di servire.

Una decina di minuti prima, srotolate la pellicola trasparente e aiutandovi con un coltello elettrico (facoltativo), dividete da prima il rotolino in due parti, successivamente di ogni parte dividete ulteriormente in altre due parti. In tutto dovreste dividere il vostro rotolino in 8 pezzi.

Se avete già spolverato precedentemente la superficie, con il sesamo tostato o le uova di lompo, servite immediatamente con salsa di soia, wasabi e zenzero sott’aceto.

Altrimenti se non lo avete fatto, prima di servire, girate i vostri rotolini delicatamente e decorate con il sesamo o il tobiko.

Spero di essere riuscita a spiegarvi nei dettagli ogni passaggio.

Per quanto riguarda il sushi e la preparazione degli uramaki, la difficoltà per me resta la preparazione del riso.

Bastano pochi minuti in più o in meno di cottura per ritrovarsi con un riso scotto o troppo al dente.

Se è troppo insipido o troppo salato, può fare la differenza.

Per questo motivo, bisogna attenersi perfettamente alle indicazioni di cottura.

Non abbattetevi se la prima volta non soddisferà le vostre aspettative, continuate a provare!

Nel caso questa mia ricetta non vi aggrada completamente modificatela a vostro piacimento.

Ognuno sicuramente ha i propri gusti.

Ricordate…

Una volta ottenuto un riso per sushi perfetto, anche il resto automaticamente verrà impeccabile!

Come ogni cosa..

“Bisogna metterci tanta passione e tanto amore.

Quello è alla base di ogni successo”.

Fatemi sapere se provate la mia ricetta “collaudata”.

Postate sotto nei commenti le vostre foto. Scriveteci i vostri pareri.

Se avete bisogno di chiarimenti o ulteriori consigli, contattateci.

Ne approfitto per lasciarvi alcune tips interessanti:

ZUCCAMISU’ – IL TIRAMISU’ DI HALLOWEEN – FOOD | The Minutes Fly

CUPCAKES ALLA ZUCCA “MERENDE D’AUTUNNO” – FOOD | The Minutes Fly

POLPETTINE DI POLLO E ZUCCHINE – RECYCLE – FOOD | The Minutes Fly

Nadia Coppola

Redazione Web Magazine | The Minutes Fly

Redazione "The Minutes Fly"