ALLA SCOPERTA DI MONTEPULCIANO

Montepulciano è uno dei tanti borghi presenti nel sud della Toscana.

Si trova a cavallo tra la Val d’OrciaVal di Chiana o Valdichiana.

Questo borgo regala un bellissimo panorama, dove è possibile ammirare un paesaggio a dir poco mozzafiato.Visita a Montepulciano - TRAVEL | The Minutes Fly

Abitata in età etrusca, Montepulciano è stata per molti secoli al centro delle guerra tra Siena e Firenze che tramite il possesso della città, avrebbero potuto garantirsi il controllo della Valdichiana e della Val d’Orcia.

Fiorentini e senesi furono in conflitto per il dominio di Montepulciano fino al 1232 quando i senesi riuscirono ad acquisire la città.

E’ da questo momento che cominciano ad alternarsi l’autorità senese e fiorentina sulla città, mentre al suo interno inizia a consolidarsi la presenza di un’alta borghesia mercantile, agricola e manifatturiera, che basa la sua ricchezza sugli scambi commerciali.

Alla scoperta di Montepulciano - TRAVEL | The Minutes FlyQuesto borgo è conosciuto per il suo vino, il Nobile di Montepulciano, famoso in tutto il mondo!

E’ inoltre diventata una meta turistica molto ambita dai fan della saga di Twilight, infatti sono state fatte delle riprese per il film “New Moon.”

Iniziamo la nostra visita a Montepulciano, da una delle due porte: Porta al Prato oppure Porta delle Farine, dove si fermano gli autobus provenienti da Firenze e da Siena.

Una volta varcata Porta al Prato di Montepulciano, entriamo nel corso principale,  possiamo ammirare le prime botteghe, come per esempio quelle dei pellettieri, mercerie e vari ristoranti etc.. 

Girando per i vicoli di Montepulciano, si respira un’aria magica.

Visita a Montepulciano - TRAVEL | The Minutes Fly

Il cuore pulsante di questa Montepulciano è sicuramente Piazza Grande, dove ammiriamo il palazzo comunale che richiama molto Palazzo Vecchio a Firenze, infatti notiamo una somiglianza in particolare da due elementi:

La torre e il coronamento merlato.  

Il Palazzo Comunale di Montepulciano si affaccia su Piazza Grande.

L’edificio fu costruito nel XIII secolo in stile gotico e ristrutturato da Michelozzo durante il XV secolo.

Il piano terra è rivestito in bugnato,  mentre il resto della facciata è in travertino.

Dalla sua torre, nelle giornate limpide si possono vedere, dal lato della Val di Chiana: le cime pre-appenniniche, Perugia, il Subasio, il Lago Trasimeno con le sue isole, e i laghi di Montepulciano e di Chiusi.

Mentre dall’altro lato: il Monte Amiata, la Val d’Orcia, Pienza, Monticchiello, Montalcino e in lontananza, le torri di Siena. 

Visita a Montepulciano - TRAVEL | The Minutes Fly

Fuori dalle mura del centro storico, verso le pendici del colle di Montepulciano, vi è la Chiesa di San Biagio.

La posizione di questo monumento regala un paesaggio straordinario che ne evidenzia la grandiosità.

L’origine della Chiesa di San Biagio

L’origine della Chiesa è legata ad un fatto miracoloso avvenuto il 23 aprile 1518, quando due fantesche, Antilia e Camilla e, un contadino di nome Totò, passando dinnanzi ad un affresco raffigurante la Madonna con il Bambino e San Francesco, abbiano visto la Vergine aprire e chiudere gli occhi, come se fosse viva.

La chiesa ha una pianta a croce greca, con cupola centrale e abside semicircolare, all’interno della quale è stata ricavata la sacrestia.

Il Tempio all’esterno, è interamente rivestito in lastre di travertino, che mostrano una colorazione ambrata.

A seconda della luce della giornata la pietra acquista sfumature di colore, sempre diverse.

Montepulciano e le sue tradizioni.

Non potete assolutamente perdervi gli eventi storici a Montepulciano, come per esempio il Bruscello e il Bravio delle Botti, tramandati fin dai tempi antichi.

Il Bruscello

E’ una forma di teatro popolare e contadino, è tipico della toscana, recitato e cantato da attori non professionisti.

È una rappresentazione, epico-drammatica, di episodi della vita di tutti i giorni, da fatti realmente accaduti o inventati dai cittadini di Montepulciano.

La parola bruscello deriva da arboscello, broscello, bruscello.

Potete ammirare questo spettacolo, nel periodo di Ferragosto.

Il palcoscenico è costituito infatti dal sagrato della Cattedrale, che serve come fondale alle storie.Visita a Montepulciano - TRAVEL | The Minutes Fly

“Bravio delle Botti”

Il Bravio delle Botti di Montepulciano è una sfida, che si svolge ogni anno durante l’ultima domenica di Agosto, tra le otto contrade (in rigoroso ordine alfabetico), in cui è diviso il centro storico di Montepulciano:

CAGNANO, dai colori verde – blu, il cui stemma viene rappresentato da una cagna che allatta;

COLLAZZI, dai colori giallo – verde, lo stemma ritrae un’orca marina cavalcata;

COSTE, dai colori giallo – blu, hanno come stemma sei bande oblique;

GRACCIANO, dai colori verde – nero, il suo stemma ritrae un leone su un campo color oro;

POGGIOLO, dai colori bianco – blu, lo stemma illustra tre poggi;

SAN DONATO, dai colori bianco – rosso,  il cui stemma raffigura le insegne papali;

TALOSA, dai colori giallo – rosso, lo stemma raffigura tre rose;

VOLTAIA, dai colori rosso – nero, lo stemma di questa contrada è la rappresentazione di una volta stilizzata su uno scudo uncinato.

Qui sotto trovate la mappa con le rispettive contrate.

 

 

Visita a Montepulciano - TRAVEL | The Minutes Fly

 

Le contrade gareggiano per aggiudicarsi come premio il panno realizzato in onore del cinquecentenario dalla fondazione del Tempio di San Biagio.

Ogni contrada deve far rotolare, lungo un percorso in salita di oltre un chilometro, che si districa tra le incantevoli vie del centro storico, delle botti di circa 80 Kg ciascuna. Una vera e propria impresa!!!

Queste botti sono spinte da due aitanti “spingitori” fino all’arrivo situato sul sagrato del Duomo in Piazza Grande.
La parola “Bravìo” deriva dal volgare “Bravium” e sta ad indicare il panno dipinto recante l’immagine iconografica del patrono della città, San Giovanni Decollato, in onore del quale si disputa il “Bravìo delle Botti”.

Per molti aspetti questo gioco, richiama molto il “Palio di Siena”. 

Nel periodo di Dicembre invece, dovete assolutamente visitare il mercatino di Natale nella Piazza Grande, ricco di casette interamente in legno, dove gustare un buon bicchiere di vino o per i più golosi una bella crêpe alla nutella!

Si rimane sbalorditi nel visitare Montepulciano, non solo dall’atmosfera, ma anche dai profumi e sapori che regala questo magico borgo. E’ una città che incanta!

Come arrivare a Montepulciano in automobile

Da Nord: Percorrete l’autostrada del Sole A1, uscite a Valdichiana-Bettolle, attraversate il paese di Bettolle e seguire le indicazioni per Torrita di Siena.

Arrivati a Torrita di Siena proseguite in direzione Montepulciano.

Da Sud: Percorrete l’autostrada del Sole A1, uscire a Chiusi-Chianciano Terme, seguire le indicazioni per Chianciano Terme.

Come arrivare a Montepulciano in treno

Stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme (a 20 km), posta sulla linea principale Roma-Firenze-Bologna-Milano.

Una volta arrivati alla stazione di Chiusi Chianciano Terme avete due alternative :

• Prendete l’autobus di linea per Montepulciano;

• Proseguite con il treno regionale per Siena e scendete a Montepulciano stazione, successivamente prendete l’autobus per Montepulciano.

 Ne approfitto per lasciarti di seguito qualche tips che sono sicura ti interesseranno:

IL LATO OSCURO DEI SOCIAL NETWORK – SENSORY MOMENTS | The Minutes Fly

LOVERE – UNO DEI BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA – TRAVEL | The Minutes Fly

MAMME e FIGLI: OHANA – LIFESTYLE | The Minutes Fly

Buona lettura!

Silvia Ancillotti

Redazione Web Magazine | The Minutes Fly

Redazione "The Minutes Fly"

Partecipa alla discussione e lascia un tuo commento...